Scotland 2013: day 1

La brutale bellezza della Scozia ci ha colpito appena aperto il portellone dell’aereo. Dopo aver baciato il terreno (mi ero ripromesso di farlo non appena arrivato), abbiamo recuperato i bagagli, ci siamo infilati nell’auto a nolo (una scomodissima Fiat 500, una delle auto peggiori che abbia mai guidato in vita mia) e, senza por tempo in mezzo, siamo partiti per la prima meta del viaggio, il Caerlaverock Castle (http://it.wikipedia.org/wiki/Castello_di_Caerlaverock)

Questo spettacolare castello triangolare, circondato da un fossato pieno d’acqua salmastra, si raggiunge attraversando paludi, sabbie mobili, relitti di barconi arenati ormai corrosi dal tempo e alberi dall’aria malvagia, poco lontano dalla foce del fiume Nith.

Dopo aver visitato il castello e il parco circostante, resi famelici dal cambio di temperatura, abbiamo cercato e trovato un ottimo ristoro al Nith Hotel dove siamo subito entrati in temperatura grazie a un tizio completamente e allegramente ubriaco, che cantava malamente «Bicycle» dei Queen, a squarciagola.

Esauriti i convenevoli e divorato bistecca e gamberi, rinfrancati nel corpo e nello spirito, abbiamo fatto rotta verso la nostra prima, entusiasmante sistemazione: il Culzean Castle.

Scotland’s brutal beauty suddenly slapped us in the face as soon as we opened the airplane’s hatch.

After landing, I kissed the Scottish ground (I promised to do that), than we grabbed the luggage, squeezed ourselves into the car we rented (Fiat 500, the most uncomfortable car ever built) and hit the ground running, heading straight to our first destination: Caerlaverock Castle.

http://en.wikipedia.org/wiki/Caerlaverock_Castle

This spectacular, triangle-shaped castle, surrounded by a moat filled with saltish water, can be reached crossing swamps (beware to the quicksands, no joke!), wrecked ships and bad looking trees, not far from Nith river estuary.

After visiting the castle and the surrounding park, ravenous from the sharp temperature drop, we found hospitality and good food at Nith Hotel where we met a nice guy, completely and gloriously drunk, singing «Bicycle» by Queen in an unforgettable way…

Once devoured shrimps and steak, feeling much better, we headed to our first, astonishing accommodation: Culzean Castle…

Annunci